30/04/2020 – COA NOCERA INFERIORE: DELIBERA N.10 DEL 30/04/2020 – PROPOSTE RIPRESA ATTIVITA’ GIUDIZIARIA UFFICI DEL GIUDICE DI PACE

Scarica la delibera n. 10 del 30/04/2020

ESTRATTO DAL REGISTRO DEI VERBALI DELLE ADUNANZE CONSILIARI

VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO N.  10 DEL 30 APRILE 2020

L’anno 2020, il giorno 30 (trenta) del mese di aprile, alle ore undici e trenta (11.30), in Videoconferenza nella stanza virtuale del Consiglio, creata mediante il sistema “Microsoft Teams”, si è riunito il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, giusta determinazione ad horas del Presidente, Avv. Guido Casalino, per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.::

– omissis –

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, dopo ampia ed articolata discussione,

  • preso atto dell’esigenza di individuare delle proposte volte alla necessaria ripresa delle attività giudiziarie dinanzi agli Uffici del Giudice di Pace del nostro circondario nell’arco temporale ricompreso dal 12.05.2020 al 30.06.2020;
  • riscontrata la volontà degli Avvocati del Foro tesa a conoscere le modalità attuative della trattazione delle cause e degli accessi nelle cancellerie;
  • considerate anche le richieste e le indicazioni pervenute dagli iscritti;
  • rilevato che per gli Uffici del Giudice di Pace non è stato ancora attivato il processo telematico, cosa che rende non praticabile la trattazione scritta ex art. 83 comma 7 lett. h) del D.L. n.18 del 2020;
  • considerato che l’inadeguatezza dei mezzi informatici non consente nemmeno la trattazione da remoto prevista dall’art.83 comma 7 lett. f) D.L. n.18 del 2020, anche in considerazione del fatto che i Giudici di pace non sono in possesso delle credenziali e della smart card  necessarie per accedere alla piattaforma internet adottata dal Ministero della Giustizia;
  • ritenuto che, alla luce della situazione sanitaria tuttora in atto nel Paese, non è auspicabile procedere, nel periodo dal 12.05.2020 al 30.06.2020, alla trattazione di quelle cause che prevedano la presenza di soggetti diversi dai procuratori costituiti;

all’unanimità dei presenti e con l’auspicio che sia possibile – al più presto – riavviare l’attività giudiziaria ordinaria,

DELIBERA

di proporre al Presidente del Tribunale le seguenti osservazioni inerenti alla trattazione delle udienze “civili” dinanzi agli Uffici del Giudice di Pace del circondario ed all’accesso alle cancellerie per il periodo dal 12.05.2020 al 30.06.2020, e precisamente:

  • TRATTARE – nelle aule poste al piano terra e maggiormente capienti – un numero massimo di 10/12 fascicoli per ogni Giudice ad udienza, con l’obbligo di privilegiare i procedimenti con numero di ruolo più datato e di estromettere totalmente quelle cause che prevedano la presenza in aula di soggetti diversi dai difensori (ossia escludere quei fascicoli fissati per prove testimoniali, giuramenti c.t.u., comparizioni parti, ecc);
  • RINVIARE, quindi, d’ufficio – ad una data successiva al 01.09.2020 – tutte quelle cause che prevedano la presenza in aula di soggetti diversi dai difensori, con comunicazione da inviare a mezzo pec agli avvocati costituiti almeno 7 (sette) giorni prima dell’udienza;
  • SUDDIVIDERE i procedimenti da trattare in rigorose fasce orarie e, comunque, indicando per la trattazione di ogni fascicolo un orario ben specificato e prevedendo un numero massimo di 4 fascicoli da trattare per ogni ora (15 minuti per ogni causa); ciò consentirebbe di evitare assembramenti di Avvocati nell’edificio e garantirebbe il pieno rispetto del c.d. “distanziamento sociale”;
  • PREVEDERE, quindi, che venga anticipato alle ore 08:30 l’orario di inizio del primo turno dei Giudici (che andrà, dunque, dalle ore 08,30 alle ore 11,30) e che l’inizio del secondo turno venga fissato dalle ore 11:30 e fino alle ore 14:30;
  • DISPORRE, se necessario, che l’orario delle udienze si prolunghi anche alle ore pomeridiane, fissando – eventualmente – udienza anche nella giornata del sabato;
  • PREVEDERE che l’iscrizione a ruolo dei procedimenti ordinari avvenga a mezzo pec anche successivamente alla data dell’11.05.2020, con le modalità già previste nel Decreto Presidenziale del 22 aprile 2020;
  • DISPORRE l’iscrizione a ruolo a mezzo pec anche per i decreti ingiuntivi, con deposito dell’originale del ricorso, della produzione e dell’eventuale contributo unificato in un momento successivo e su apposita richiesta del Giudice assegnatario del fascicolo;
  • CONSENTIRE che la richiesta delle copie delle sentenze, dei decreti ingiuntivi e di tutti gli altri atti e/o documenti e/o verbali di udienza avvenga sempre tramite istanza da inoltrare all’indirizzo pec istituzionale dell’Ufficio o ad altro indirizzo pec “dedicato”, con il deposito dei diritti di cancelleria all’atto del ritiro delle copie; prevedere, quindi, che gli addetti alle varie cancellerie riscontrino con sollecitudine le istanze degli Avvocati, indicando giorno ed ora del rilascio delle copie richieste;
  • AUTORIZZARE l’accesso contingentato degli Avvocati a tutte le cancellerie dei Giudici di Pace, onde poter svolgere gli adempimenti che non possono effettuarsi a distanza: tale accesso deve essere garantito tutti i giorni, dalle 08:30 alle 12:30 previo appuntamento, da fissarsi telefonicamente o via pec cui deve darsi celere riscontro.

Si dispone, quindi, l’invio del presente deliberato al Presidente del Tribunale di Nocera Inferiore nonché, per opportuna conoscenza,  al Presidente della Corte di Appello di Salerno.

– omissis –

F.to: Avv. Guido Casalino – Presidente; Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario.

Per copia conforme

Nocera Inferiore, 30 aprile 2020

 

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO

(Avv. Umberto Mancuso)

Firma autografa a mezzo stampa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, comma 2 del Decreto Legislativo n. 39/1993