08/03/2020 – OCF: COMUNICATO SU ASTENSIONE (a seguito del comunicato ufficiale, apparso sul sito istituzionale del Consiglio dei Ministri nella mattina di ieri, con il quale si preannuncia la pubblicazione di un decreto legge contenente misure emergenziali disposte per il contenimento del contagio negli ambienti giudiziari, con misure che accolgono molte delle richieste formulate dall’Avvocatura, comprendenti tra l’altro la sospensione delle attività negli ambienti giudiziari per il periodo di quindici giorni)

COMUNICATO AI COA E AGLI AVVOCATI ITALIANI

L’UFFICIO DI COORDINAMENTO DELL’ORGANISMO CONGRESSUALE FORENSE

Con riferimento all’emergenza derivante dalla diffusione del virus “Covid 19”,

PRESO ATTO

– del comunicato ufficiale, apparso sul sito istituzionale del Consiglio dei Ministri nella mattina di ieri, con il quale si preannuncia la pubblicazione di un decreto legge contenente misure emergenziali disposte per il contenimento del contagio negli ambienti giudiziari, con misure che accolgono molte delle richieste formulate dall’Avvocatura, comprendenti tra l’altro la sospensione delle attività negli ambienti giudiziari per il periodo di quindici giorni;

– che il decreto legge non è ancora stato emesso ufficialmente;

– che con D.P.C.M. pubblicato questa mattina sono state assunte nuove e più drastiche misure, in quanto l’emergenza sanitaria si è ulteriormente aggravata in molte regioni;

– che, pur comprendendosi le ragioni emergenziali e di complessità delle materie da regolamentare, occorre comunque attendere la pubblicazione ufficiale del provvedimento normativo per valutarne la rispondenza alle concrete problematiche sanitarie presentate dagli uffici giudiziari italiani;

– che, in ogni caso, è necessario mantenere misure prudenziali per il caso in cui la pubblicazione non dovesse intervenire nei tempi preannunciati,

COMUNICA

che, nonostante si apprezzino le ragioni e i contenuti del provvedimento normativo d’urgenza annunciato, fino alla data di pubblicazione del decreto legge di cui al comunicato del Consiglio dei Ministri di ieri, l’astensione proclamata dall’Organismo Congressuale Forense con la delibera dell’U.d.C. del 5 u.s. non sarà revocata, per valutarne i contenuti e al fine specifico di evitare l’accesso dei Colleghi e delle parti negli uffici giudiziari.

Roma, 8 marzo 2020

Il Segretario

Avv. Vincenzo Ciraolo

Il Coordinatore

 Avv. Giovanni Malinconico