Informativa

Caro Collega,
il Consiglio dell’Ordine anche per quest’anno ha deciso di pubblicare un opuscolo contenente il piano formativo elaborato per l’anno 2009.
L’iniziativa ha avuto, infatti , un ampio consenso, ed ha trovato, tra l’altro l’approvazione, tra i primi in Italia, del Consiglio Nazionale Forense. Il libretto pubblicato lo scorso anno lo puoi, infatti, trovare nella pagine internet dedicate alla formazione del sito istituzionale del Consiglio Nazionale forense.
Intendo rammentarti con questa breve introduzione quali sono gli obblighi formativi di tutti noi.
Dal 1° gennaio 2008, gli avvocati e praticanti abilitati, dopo il conseguimento del certificato di compiuta pratica, hanno l’obbligo di aggiornare la propria preparazione professionale.
Il Consiglio dell’Ordine ha approvato un proprio regolamento con il quale, tra l’altro, si recepisce quello nazionale, reperibile sul sito dell’Ordine nell’ampia area dedicata alla formazione.
Il Consiglio dell’Ordine ha il compito di vigilare e valutare sulla corretta formazione verificando triennalmente il raggiungimento da parte dell’iscritto di un minimo di crediti per ogni anno. Per il primo triennio di formazione si dovranno raggiungere un totale di 50 crediti con un minimo 9 crediti per il primo anno formativo, di 12 per il secondo e di 18 per il terzo, dei quali in materia di ordinamento forense, previdenza e deontologia almeno 6 crediti nel triennio formativo. Il Consiglio dell’Ordine ha deliberato di esentare gli avvocati che abbiano compiuto quarant’anni di iscrizione all’Albo.
Sono esonerati dagli obblighi formativi, relativamente alle materie di insegnamento, ma fermo l’obbligo di aggiornamento in materia deontologica, previdenziale e di ordinamento professionale, i docenti universitari di prima e seconda fascia, nonché i ricercatori con incarico di insegnamento.
Il Consiglio Forense, su domanda dell’interessato, può esonerare, anche parzialmente determinandone contenuto e modalità, l’iscritto dallo svolgimento dell’attività formativa, nei casi di:
– gravidanza, parto, adempimento da parte dell’uomo o della donna di doveri collegati alla paternità o alla maternità in presenza di figli minori;
– grave malattia o infortunio od altre condizioni personali;
– interruzione per un periodo non inferiore a sei mesi dell’attività professionale o trasferimento di questa all’ estero.
Altri casi di esonero parziale/totale sono stati previsti e li potrai trovare riassunti in una tabella pubblicata nelle pagine di questo opuscolo.
All’esonero consegue la riduzione dei crediti formativi da acquisire nel corso del triennio, proporzionalmente alla durata dell’esonero, al suo contenuto ed alle sue modalità, se parziale.
Ti ricordo che i crediti si ottengono seguendo le attività formative organizzate dalla Scuola di Formazione Forense “Fiorentino De Nicola”che per l’anno 2009 sono state già fissate in numero di 25 ed in diverse materie per un totale di n. 75 crediti.
Integra, poi, l’assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua la partecipazione effettiva ai corsi di aggiornamento e masters, seminari, convegni, giornate di studio e tavole rotonde (anche se eseguiti con modalità telematiche, purché sia possibile il controllo della partecipazione), commissioni di studio, gruppi di lavoro o commissioni consiliari, istituiti dal Consiglio Nazionale Forense e dai Consigli dell’Ordine, o da organismi nazionali ed internazionali della categoria professionale ed altri eventi specificamente individuati dal Consiglio Nazionale Forense e dai Consigli dell’Ordine.
La partecipazione a questi eventi è rilevante ai fini dell’adempimento del dovere di formazione continua, a condizione che essi siano promossi od organizzati dal Consiglio Nazionale Forense o dai singoli Consigli dell’Ordine territoriali, o, se organizzati da associazioni forensi, altri enti, istituzioni od organismi pubblici o privati, sempre che siano stati preventivamente accreditati, dal Consiglio Nazionale Forense o dai singoli Consigli dell’Ordine territoriali.
La partecipazione agli eventi formativi sopra indicati attribuisce n. 1 credito formativo per ogni ora di partecipazione, con il limite massimo di n. 24 crediti per la partecipazione ad ogni singolo evento formativo.
Integra, inoltre, assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua anche lo svolgimento delle attività di seguito indicate:
a) relazione o lezioni agli eventi formativi di cui alle lettere a) e b) dell’art. 3, ovvero nelle Scuole Forensi o nelle Scuole di specializzazione per le professioni legali;
b) pubblicazioni in materia giuridica su riviste specializzate a diffusione o di rilevanza nazionale, anche on line, ovvero pubblicazioni di libri, saggi, monografie o trattati, anche come opere collettanee su argomenti giuridici;
c) contratti di insegnamento in materie giuridiche stipulati con istituti universitari ed enti equiparati;
d) partecipazione alle commissioni per gli esami di Stato di avvocato, per tutta la durata dell’esame.
e) il compimento di altre attività di studio ed aggiornamento svolte in autonomia nell’ambito della propria organizzazione professionale, che siano state preventivamente autorizzate e riconosciute come tali dal Consiglio Nazionale Forense o dai Consigli dell’Ordine competenti.
Il Consiglio dell’Ordine attribuisce i crediti formativi per le attività sopra indicate, tenuto conto della natura della attività svolta e dell’impegno dalla stessa richiesto, con il limite massimo di n. 12 crediti per le attività di cui alla lettera a), di n. 12 crediti per le attività di cui alla lettera b), di n. 24 crediti per le attività di cui alla lettera c), di n. 24 crediti per le attività di cui alla lettera d) e di n. 12 crediti annuali per le attività di cui alla lettera e).
Potrai anche in questo caso riferirti alla richiamata tabella.
Ciascun iscritto è tenuto a depositare presso la segreteria dell’Ordine al quale è iscritto una sintetica relazione che certifica il percorso formativo seguito nell’anno precedente, indicando gli eventi formativi seguiti, anche mediante autocertificazione.
Ai fini della verifica, il Consiglio dell’Ordine svolge attività di controllo, anche a campione, ed allo scopo può chiedere all’iscritto ed ai soggetti che hanno organizzato gli eventi formativi chiarimenti e documentazione integrativa. Ove i chiarimenti non siano forniti e la documentazione integrativa richiesta non sia depositata entro il termine di giorni 30 dalla richiesta, il Consiglio non attribuisce crediti formativi per gli eventi e le attività che non risultino adeguatamente documentate.
Il Consiglio, come sai, utilizza per il controllo delle presenze un sistema informatizzato, la piattaforma “RICONOSCO”, che tramite l’uso di tessere con chip di prossimità, consente, tra l’altro l’assegnazione automatica del credito maturato. Ciò consente all’Ordine un controllo immediato del superamento dei crediti minimi richiesti. Pertanto, il Consiglio richiederà la prescritta documentazione esclusivamente a coloro i quali non risulteranno aver maturato i crediti minimi.
In quest’anno appena trascorso la segreteria dell’Ordine è stata costretta ad un super lavoro per far fronte a tutte le iniziative formative e di aggiornamento professionale messe in campo dal Consiglio. La piattaforma “RICONOSCO” si è dimostrata un utilissimo strumento per sgravarla dei compiti di segreteria quali il controllo manuale delle firme e l’inserimento dei relativi crediti, oltre che un efficace ed efficiente sistema di controllo delle presenze utile, tra l’altro, ad evitare lunghe attese ai banchi firma. Pertanto, da quest’anno, sarà obbligatorio l’utilizzo della piattaforma per la prenotazione ai singoli eventi che saranno disponibili nell’apposita area internet predisposta sul sito istituzionale dell’Ordine. Ciò consentirà una più trasparente gestione delle prenotazioni per eventi a numero chiuso ed una maggiore rapidità nel vedersi riconosciuti i crediti maturati.
Ti sottolineo, quindi, l’importanza di essere munito ad ogni evento formativo al quale ti sarai prenotato, della nuova tessera in distribuzione dal Consiglio munita di chip di prossimità che dovrai esibire al personale incaricato all’ingresso ed all’uscita dalla sede del seminario.
I Colleghi che non hanno ancora acquisito la necessaria dimestichezza con il nuovo strumento informatico, potranno rivolgersi agli addetti alla segreteria, ed in particolare al Responsabile della stessa, signor Massimo De martino Adinolfi che provvederà a formalizzare la prenotazione per loro conto.
Sono tenuto a ricordarti, altresì, che costituiscono illecito disciplinare il mancato adempimento dell’obbligo formativo e la mancata o infedele certificazione del percorso formativo seguito. La sanzione sarà commisurata alla gravità della violazione.
Per il primo triennio di valutazione l’iscritto che, dando con qualunque modalità con sentita informazione a terzi, intenda fornire le indicazioni sull’attività professionale prevalente in qualsiasi comunicazione diretta al singolo o alla collettività., dovrà aver conseguito nei 12 mesi precedenti l’informazione non meno di 10 crediti formativi nell’ambito di esercizio dell’attività professionale che intende indicare.
Ritengo, infine, utile precisarTi che per gli eventi organizzati dalla Scuola di Formazione Forense “Fiorentino De Nicola” la iscrizione è assolutamente gratuita e ad ogni evento sarà presente il personale del Consiglio dell’Ordine coadiuvato, eventualmente, nell’opera di controllo delle presenze ( tessera magnetica), da personale esterno.
Ti porgo cordiali saluti.

Aniello Cosimato
Presidente Ordine Forense di Nocera Inferiore