»"/>

COA DI NOCERA INFERIORE: PROCLAMATA DALL’ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEGLI ISCRITTI L’ASTENSIONE DALLE UDIENZE CIVILI E PENALI E DA TUTTE LE ATTIVITA’ GIUDIZIARIE PER I GIORNI 06, 07, 08, 09, 11, 12, 13 e 14 LUGLIO 2022

Delibera Assemblea straordinaria degli iscritti del COA di Nocera Inferiore di astensione dalle udienze

Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati

ESTRATTO DEL VERBALE DELL’ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEGLI AVVOCATI DELL’ORDINE DI NOCERA INFERIORE DEL 21.06.2022

L’anno 2022, il giorno ventuno (21) del mese di giugno, alle ore quindici e quarantacinque (15:45), nell’aula Bunker del Tribunale di Nocera Inferiore, si è riunita – in seconda convocazione – l’Assemblea “straordinaria” degli Avvocati iscritti all’Ordine di Nocera Inferiore, giusta deliberazione n. 13 del 07 giugno 2022 del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Nocera Inferiore e pedissequa convocazione inviata a tutti gli iscritti nelle forme e nei termini di legge, per discutere e deliberare sul seguente punto posto all’O.d.G.:

“Situazione e criticità degli Uffici Giudiziari del Circondario di Nocera Inferiore.

Iniziative da intraprendere – Determinazioni”.

L’Assemblea “straordinaria” degli Avvocati iscritti all’Ordine di Nocera Inferiore, ascoltata la relazione del Presidente, Avv. Guido Casalino, dopo ampia ed articolata discussione:

premesso

che in data 06.04.2022, l’Assemblea “straordinaria” degli Avvocati dell’Ordine di Nocera Inferiore, viste le gravi problematiche connesse al funzionamento degli Uffici giudiziari del circondario (e, in particolar modo, quelle riguardanti il Tribunale civile di Nocera Inferiore e l’Ufficio del Giudice di Pace di Nocera Inferiore), deliberava l’astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria degli Avvocati di tutto il Foro di Nocera Inferiore per i giorni 23, 24, 25, 26, 27, 28, 30 e 31 maggio 2022 nel rispetto della normativa del Codice di Autoregolamentazione;

considerato

che le criticità rilevate relativamente al Tribunale civile di Nocera Inferiore derivavano – e tuttora derivano (!) – soprattutto dal numero insufficiente di magistrati rispetto alla enorme mole di lavoro dell’Ufficio, circostanza questa comprovata dal fatto che ogni giudice è gravato mediamente da oltre duemila fascicoli sul ruolo, con conseguente rinvio –  di alcuni anni e in molti casi addirittura al 2025 – di numerose cause (finanche di quelle per le quali è terminata l’istruttoria e che sono, dunque, già mature per la decisione);

rilevato

che, tra l’altro, anche il numero insufficiente di personale amministrativo in servizio presso il suddetto Ufficio giudiziario ha portato il Presidente del Tribunale ad adottare alcuni provvedimenti con i quali è stata disposta la chiusura anticipata al pubblico dell’Ufficio della sezione fallimentare e delle Cancellerie dell’esecuzione mobiliare ed immobiliare del Tribunale di Nocera Inferiore, motivate – per l’appunto – dalle “…molteplici criticità dovute alla forte carenza in organico dei funzionari giudiziari…”;

ribadito

altresì che,  anche l’Ufficio del Giudice di Pace di Nocera Inferiore presenta tuttora croniche ed ancora irrisolte criticità determinate dalla carenza di personale amministrativo, che emergono soprattutto rispetto agli ingiustificati tempi di attesa connessi alla pubblicazione delle sentenze (effettuata a distanza di svariati mesi dal deposito delle minute in cancelleria da parte dei Giudici) ed al rilascio dei titoli in forma esecutiva (eseguito in un solo giorno settimanale e dopo un lasso di tempo assolutamente troppo lungo rispetto alla richiesta formulata dagli Avvocati);

considerato

che, attualmente, l’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore vede la presenza di soli 6 (sei) operatori a fronte dei 13 (tredici) previsti in pianta organica, con notevoli ripercussioni per lo svolgimento delle ordinarie attività giudiziarie;

ritenuto

che all’esito del dibattito è emerso, altresì, che la grave carenza di personale amministrativo si manifesta anche nel settore penale del Tribunale, dove si assiste alla chiusura delle cancellerie dibattimentali e dell’ufficio GIP/GUP, con difficoltà per gli Avvocati di poter procedere – in particolare – alla estrazione in tempi brevi delle copie delle sentenze con motivazione contestuale, con gravi ripercussioni per l’attività difensiva;

evidenziato

che il COA – attraverso numerose delibere adottate nel corso degli ultimi anni – ha ripetutamente  denunciato le molteplici problematiche connesse al funzionamento degli Uffici giudiziari del circondario, ravvisando la impellente (e non più procrastinabile) necessità di procedere ad un incremento della pianta organica dei magistrati in servizio presso il Tribunale di Nocera Inferiore e ad una riorganizzazione del personale amministrativo degli Uffici giudiziari, anche in considerazione del fatto che la cronica carenza di operatori determina la limitazione della funzione difensiva degli Avvocati;

ritenuto

che alla precedente astensione hanno fatto seguito incontri, flashmob e ripetute segnalazioni alla stampa ed alle TV che hanno innescato un considerevole clamore mediatico ed indotto alcuni parlamentari locali a presentare delle interrogazioni parlamentari al Ministro della Giustizia, nonché a fissare – lo scorso 15 giugno – un incontro di una delegazione del COA con il Sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia, Avv. Anna Macina;

visto

anche che nello scorso mese di maggio il Presidente del Tribunale di Nocera Inferiore, ha rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili, anche quale gesto di disapprovazione per la mancata soluzione dei problemi da parte del Ministero della Giustizia, reiteratamente e costantemente segnalati dal dott. Antonio Sergio Robustella in tutte le sedi opportune;

considerato ancora

che da tutti gli interventi odierni, oltre alla conferma della sussistenza delle problematiche in atto e che hanno portato alla proclamazione della precedente astensione, viene ancora conclamata la denuncia unanime della carenza di personale amministrativo e di magistrati in servizio presso il Tribunale di Nocera Inferiore, perennemente sotto organico, che determina incontrovertibilmente una esagerata lunghezza dei procedimenti, in particolare nel settore civile, sì da classificare il Tribunale di Nocera Inferiore tra i peggiori Tribunali d’Italia riguardo all’eccessiva durata dei processi;

preso atto

che – a tutt’oggi – non vi è stato alcun intervento fattivo da parte del Ministero della Giustizia volto a risolvere le gravi disfunzioni segnalate;

ribadito

il ruolo dell’Avvocato quale soggetto necessario e insostituibile per l’attuazione concreta della giustizia nella società;

rilevato

che le gravi problematiche che presentano gli Uffici giudiziari del circondario di Nocera Inferiore, reiteratamente segnalate dagli Avvocati, non hanno trovato sinora nessuna concreta ed adeguata soluzione, nonostante il costante impegno profuso dal COA che – sin dal 12.04.2022 – ha proclamato lo “stato di agitazione” dell’Avvocatura Nocerina;

considerato

che la situazione sta diventando sempre più complicata, potendosi ritenere che le criticità ed i disagi che – oramai da troppo tempo – sta sopportando la Classe Forense stanno portando ad una lenta e progressiva paralisi dell’attività giudiziaria, con notevoli ripercussioni anche per i cittadini, che vedono aumentare il proprio senso di sfiducia nel sistema giustizia;

preso atto

che nel corso della discussione è emersa la chiara volontà della stragrande maggioranza dei partecipanti all’Assemblea di dare continuità allo “stato di agitazione” e di proseguire la protesta attraverso la proclamazione di un ulteriore periodo di “astensione”;

TUTTO CIÒ CONSIDERATO E PREMESSO:

l’Assemblea degli Avvocati del Foro di Nocera Inferiore, a maggioranza dei presenti ed in ossequio alle norme di legge e delle disposizioni contemplate dal “Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli Avvocati” adottato da OUA, AIGA, ANF, UNCC e UCPI che, ai sensi della Legge n. 146/1990 così come modificata dalla Legge n. 83/2000 e dalla sentenza della Corte Costituzionale n.180 del 2018 e delle relative procedure, è stato valutato come idoneo e, dunque, operante dalla Commissione di Garanzia dell’Attuazione della legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali mediante pubblicazione sulla G.U. n.3 del 04.01.2008 ai sensi della Legge n. 146/1990, come modificata dalla Legge n. 83/2000;

DELIBERA

di proseguire lo “stato di agitazione” della Classe Forense Locale e di indire – ai sensi dell’art. 2 del citato Codice di autoregolamentazione – l’astensione dalle udienze civili e penali e da ogni attività giudiziaria degli Avvocati di tutto il Foro di Nocera Inferiore per i giorni 06, 07, 08, 09, 11, 12, 13 e 14 luglio 2022, nel rispetto della vigente normativa e con l’esclusione espressa delle udienze e delle attività giudiziarie relative alle attività indispensabili così come previste e disciplinate dagli artt. 4, 5 e 6 del “Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli Avvocati”, nonché di promuovere allo stesso tempo ogni ulteriore iniziativa finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica ed i mezzi di informazione sulle problematiche degli Uffici giudiziari del circondario.

SI DISPONE

la trasmissione della presente delibera al Ministro della Giustizia, al Presidente della Corte di Appello di Salerno, al Presidente del Tribunale di Nocera Inferiore, alla Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, al Consiglio Nazionale Forense, all’Organismo Congressuale Forense, all’Unione Regionale degli Ordini Forensi della Campania, nonché ai Consigli dell’Ordine degli Avvocati del Distretto di Salerno e ai Dirigenti degli Uffici giudiziari civili e penali del circondario.

Nocera Inferiore, 21/06/2022.

F.to:
Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario