12/11/2020 – DELIBERA COA DI NOCERA INFERIORE N. 25 DEL 10/11/2020

DELIBERA COA DI NOCERA INFERIORE N. 25 DEL 10/11/2020

ESTRATTO DAL REGISTRO DEI VERBALI DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOCERA INFERIORE

 

VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO N. 25 DEL 10 NOVEMBRE 2020

L’anno 2020, il giorno dieci (10) del mese di novembre, alle ore undici e trenta (11:30), nell’aula virtuale creata a mezzo piattaforma Microsoft Teams, si è riunito il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, giusta determinazione del Presidente, Avv. Guido Casalino, per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.:

– omissis –

A questo punto il Consiglio dell’Ordine, all’unanimità dei presenti in videoconferenza;

Rilevato che:

– l’attuale situazione pandemica impone a tutti i cittadini, ivi compresi gli Avvocati, la quarantena fiduciaria, obbligatoria o preventiva, in caso di positività al virus Sars Co V2 oppure per effetto di contatto “diretto” con persona affetta dal Covid 19;

–  attualmente, non è prevista alcuna regolamentazione normativa in materia; pertanto, appare auspicabile e non più differibile un intervento legislativo, che qualifichi come “legittimo impedimento” l’assenza del difensore nelle udienze penali, civili ed amministrative in caso di positività al Covid ovvero in caso di quarantena;

– si rende, quindi, necessario qualificare come “legittimo impedimento” la richiesta di rinvio dell’udienza allorquando tale istanza scaturisca da situazioni collegate all’attuale situazione epidemiologica;

– appare doveroso, dunque, intervenire tempestivamente al fine di tutelare tutti i professionisti ma anche i singoli cittadini, che rischiano di non vedere giustificata l’assenza in udienza del proprio difensore, nonostante tale assenza sia imposta dalle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento dell’epidemia;

Ritenuto che:

– al fine di garantire e tutelare il diritto di difesa, i Magistrati dovrebbero concedere senza indugio i rinvii chiesti, anche alla luce della estrema difficoltà e, talvolta, impossibilità da parte degli Avvocati di contattare o essere contattati dai propri assistiti in caso di sottoposizione di entrambi (o di uno di essi) a misure restrittive sanitarie, come l’isolamento fiduciario o la quarantena oppure nel caso in cui il difensore risieda all’interno di una cd “zona rossa”;

Il COA di Nocera Inferiore, alla luce della attuale situazione epidemiologica e delle connesse esigenze della Classe Forense

DELIBERA

– di sollecitare il Presidente del Tribunale affinché, impregiudicata l’autonomia di ciascun Magistrato, voglia adottare gli opportuni provvedimenti ovvero dettare delle linee guida e fissare delle regole uniformi, in ordine alla regolamentazione dell’assenza dell’Avvocato in caso di positività al virus Sars CoV2 o in caso di quarantena; ciò al fine di evitare che l’assenza dei Colleghi possa essere valutata – di volta in volta e discrezionalmente – dal singolo Magistrato, con ripercussioni del diritto di difesa;

– di sensibilizzare, altresì, tutti i Magistrati ad una costante, concreta e fattiva collaborazione, invitandoli a calendarizzare i fascicoli secondo orari ben stabili ed a rispettare il più possibile tale elenco; inoltre, di invitare tutto il personale amministrativo a garantire l’invio dei ruoli di udienza in tempo utile alla Segreteria dell’Ordine (almeno 48 ore prima della trattazione delle stesse, così come espressamente indicato nel decreto n. 71 della Presidenza del tribunale del 30.06.2020);

In riferimento all’area penale, ed in particolare alle udienze monocratiche che, prevedendo un numero maggiormente elevato di processi da trattare, comportano un inevitabile sovraffollamento:

– di invitare tutti i Magistrati a trattare – per ogni udienza – un numero massimo di 35 processi, di cui solo 10 prime udienze (indicando fin da subito l’ora di trattazione della futura udienza, in modo da consentire alla Procura di citare i testimoni ad orario prestabilito), con la pregheria di comunicare al COA – almeno due giorni prima dell’udienza – l’elenco dei procedimenti, indicando, però, l’orario specifico di trattazione di ogni singolo fascicolo (e non più le sole fasce orarie, che non si sono dimostrate idonee ad evitare il sovraffollamento delle aule);

– di sollecitare un intervento urgente manutentivo, affinchè si provveda alla sistemazione delle finestre delle aule di udienza e delle cancellerie, in modo da consentirne l’apertura e, quindi, garantire il costante ricambio d’aria;

– di sensibilizzare l’intera Classe Forense ad osservare rigorosamente e scrupolosamente tutte le norme precauzionali previste per il contenimento della epidemia in atto, evitando ogni forma di assembramento; in particolare, si esortano i Colleghi  a rispettare il distanziamento sociale e ad evitare affollamenti nei corridoi, a non sostare nelle aule di udienza se non per motivi strettamente connessi all’esercizio della propria attività professionale, a tener conto delle fasce orarie fissate dai Giudici per la trattazione dei singoli procedimenti, a non presentarsi nelle aule di udienza con largo anticipo, a limitare l’accesso alle Cancellerie per il tempo strettamente necessario ad ottemperare agli adempimenti ed rispettare il limite massimo di presenze consentito all’interno dell’ufficio;

Tutto questo nell’ottica di una auspicata reciproca collaborazione tra Magistrati, Avvocati e Cancellieri, che insieme stanno patendo la situazione emergenziale, con la convinzione che soltanto con la cooperazione attiva di tutti sarà possibile svolgere l’attività giudiziaria, ognuno per la propria sfera di competenza, nella maniera più serena e sicura possibile.

– omissis –

F.to: Avv. Guido Casalino – Presidente; Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario.

Per copia conforme

Nocera Inferiore, 12 novembre 2020

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO
Avv. Umberto Mancuso
F.to