»"/>

12/04/2022 – COA DI NOCERA INFERIORE: PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DELL’AVVOCATURA NOCERINA

Estratto delibera del 12 aprile 2022

ESTRATTO DAL REGISTRO DEI VERBALI DELLE ADUNANZE CONSILIARI
VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO N. 8 DEL 12 APRILE 2022

L’anno 2022, il giorno dodici (12) del mese di aprile, alle ore undici (11:00), nell’aula Biblioteca ed a mezzo piattaforma Microsoft Teams, si è riunito il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, giusta determinazione del Presidente, Avv. Guido Casalino, per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.:

– omissis –

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, dopo ampia ed articolata discussione, nella riunione ad horas in presenza ed in videoconferenza del giorno 12.04.2022:

rilevato

che il COA – attraverso numerose delibere – ha reiteratamente segnalato le numerose problematiche connesse al funzionamento degli Uffici giudiziari del circondario e, in particolar modo, quelle riguardanti l’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore, relativamente al quale sono stati (più volte !) rimarcati gli ingiustificati ritardi connessi alla pubblicazione delle sentenze ed al rilascio dei titoli esecutivi, ravvisando anche la impellente necessità di procedere ad una riorganizzazione dell’Ufficio;

visto

il decreto n. 35/2022 dell’11.04.2022 a firma del Presidente del Tribunale di Nocera Inferiore, in virtù del quale quest’ultimo – rappresentando di non aver avuto riscontro da parte delle Autorità preposte in merito alla richiesta di implementazione dell’organico dell’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore – ha disposto la riduzione del numero dei fascicoli da trattare in ogni singola udienza, ma – soprattutto – ha limitato, fino alla data del 31.05.2022, l’apertura della Cancelleria Civile dell’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore a sole due ore al giorno (!), e precisamente dalle ore 08:30 alle ore 10:30;

preso atto

che, in particolare, la riduzione dell’orario di apertura della suddetta Cancelleria è stata giustificata esclusivamente con la carenza di personale amministrativo e senza, tra l’altro, contemplare le ipotesi di attività urgenti che devono essere espletate dagli Avvocati e che potrebbero comportare la necessità di accedere al suddetto ufficio anche dopo le ore 10:30;

rilevato

che il suddetto ordine di servizio è stato adottato senza consultare in alcun modo il COA, che avrebbe potuto contribuire a trovare soluzioni alternative al provvedimento;

considerato

che, così come indicato nel suddetto decreto presidenziale, la riduzione dei fascicoli da trattare in udienza e la chiusura anticipata della Cancelleria Civile sono contemplate per un periodo considerevolmente lungo (oltre un mese e mezzo !) e, presumibilmente, in assenza di un imminente incremento di personale amministrativo, saranno ulteriormente protratte (come, tra l’altro, già accaduto per la Cancellerie Fallimentare e per quelle dell’Esecuzione Mobiliare ed Immobiliare del Tribunale), con un ulteriore grave pregiudizio per tutti gli Avvocati, che vedono fortemente limitata la loro funzione difensiva;

ritenuto

che le carenze organizzative e di personale delle Cancellerie non possono assolutamente giustificare una parziale apertura delle stesse e una riduzione delle attività difensive, il tutto a discapito delle esigenze degli Avvocati che si realizzano, per l’appunto, attraverso il regolare accesso agli Uffici per depositare atti, richiedere copie di provvedimenti e/o documenti o, comunque, per acquisire informazioni in merito ai giudizi pendenti;

visto

che le previsioni legislative che disciplinano l’orario di accesso alle Cancellerie sono poste non solo a presidio dell’Avvocato in quanto tale, ma soprattutto della sua funzione sociale di ultimo baluardo difensivo di tutti quei cittadini che sono coinvolti in un procedimento giudiziario;

ribadito

il ruolo dell’Avvocato quale soggetto necessario e insostituibile per l’attuazione concreta della giustizia nella società;

richiamati

tutti i precedenti deliberati con cui sono state segnalate tutte le criticità degli Uffici Giudiziari del circondario e, in particolare, dell’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore;

DELIBERA

all’unanimità dei presenti, di chiedere al Presidente del Tribunale, dott. Antonio Sergio Robustella, la revoca del decreto n. 35/2022, nonché di sollecitare un imminente intervento della Presidente della Corte di Appello di Salerno volto a risolvere definitivamente le numerose criticità che attanagliano l’Ufficio del Giudice di pace di Nocera Inferiore, più volte segnalate da codesto Consiglio;

e, nel contempo,

PROCLAMA

LO STATO DI AGITAZIONE DELL’AVVOCATURA NOCERINA e, contestualmente, stabilisce di sottoporre ai propri iscritti l’assunzione di ogni ulteriore ed opportuna iniziativa mediante la convocazione dell’Assemblea Straordinaria per i giorni 05/05/2022, ore 17:30 (in prima convocazione) e 06/05/2022, ore 15:30 (in seconda convocazione);

DISPONE

la trasmissione della presente delibera al Consiglio Nazionale Forense, all’Organismo Congressuale Forense, al Ministro della Giustizia, al Presidente della Corte di Appello di Salerno, al Presidente del Tribunale, nonché la diffusione della stessa tramite gli organi di stampa.

– omissis –

F.to: Avv. Guido Casalino – Presidente; Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario –.

È copia conforme all’originale

Nocera Inferiore, 12/04/2022

F.to: Avv. Guido Casalino – Presidente; Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario