04/04/2020 – COA NOCERA INFERIORE: DELIBERA N. 8 DEL 03/04/2020 – VIGILANZA SU COMPORTAMENTI INDEGNI CHE LEDONO IL DECORO E LA DIGNITA’ DELLA CLASSE FORENSE

VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO N.  8  DEL 3 APRILE 2020

L’anno 2020, il giorno 03 (tre) del mese di aprile, alle ore dieci e minuti venti (10.20), in Videoconferenza a mezzo sistema “Cisco Webex Meeting”, si è riunito il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nocera Inferiore, giusta determinazione ad horas del Presidente, Avv. Guido Casalino, per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.:

.- omissis –

Dopo ampia ed articolata discussione, il Consiglio dell’Ordine di Nocera Inferiore, all’unanimità dei presenti in videoconferenza:

CONSIDERATA

la  situazione  emergenziale  attualmente  in  atto,  che  vede  tutti  gli esercenti  le  professioni  sanitarie  impegnati nella  lotta  alla pandemia da COVID-19 in corso nel nostro Paese, spesso in assenza di  strumenti  e  presidi  sanitari  adeguati  alle  effettive  esigenze,  e  che,  di conseguenza, qualunque  azione  posta in essere in questo particolare momento nei confronti  delle  professioni  sanitarie  deve  essere  improntata  ad  un’attenta  e  scrupolosa valutazione  della  fondatezza  delle  pretese  avanzate  dalla  parte  assistita,  valutazione che è certamente da escludere nell’ipotesi di accaparramento indiscriminato di clientela finalizzato  ad  azioni  legali  generalizzate  nei  confronti  degli  esercenti  le  professioni sanitarie;

RITENUTO

che siffatti comportamenti, messi in atto approfittando della componente emotiva veicolata dall’emergenza sanitaria in corso nel nostro Paese e della ridotta attività della generalità degli Studi Legali, veicolano in modo non corretto servizi legali, con pubblicità non veritiere circa il contenuto delle prestazioni professionali, le condizioni economiche e le competenze possedute;

PRESO ATTO

che il C.N.F., con nota datata 02.04.2020, su analoghe considerazioni, ha invitato i COA a vigilare sui comportamenti che ledono il decoro e la dignità della classe Forense in questo particolare momento storico;

DELIBERA

che, in ottemperanza alla nota del C.N.F. datata 02.04.2020, questo Consiglio vigilerà in modo particolarmente attento sulla condotta dei propri iscritti sotto il profilo della eventuale violazione delle regole deontologiche, sia come singoli professionisti che come appartenenti a studi associati o società di avvocati, che tali deplorevoli iniziative abbiano già assunto o abbiano ad assumere; che non tollererà azioni di accaparramento della clientela  da parte dei propri iscritti, manifestata in rete, a mezzo stampa e con qualsiasi altro mezzo in violazione dell’art.37 del Codice Deontologico Forense, avvertendo, fin d’ora, che  questo  Consiglio  segnalerà  al  competente Consiglio  Distrettuale  di  Disciplina  ogni  condotta  dei  propri  iscritti  che  si  ponga  in contrasto con i suddetti canoni comportamentali esigibili.

Fa salvo, comunque, il diritto-dovere da parte degli iscritti di assumere la difesa in conseguenza anche di fatti riconducibili a strutture sanitarie, allorquando il mandato venga esperito nel rispetto delle regole deontologiche e fuori dei casi di accaparramento della clientela innanzi indicati.

Si pubblichi la presente delibera sul sito internet dell’Ordine e se ne dia immediata comunicazione al CNF, all’OCF ed agli Ordini Forensi d’Italia

– omissis –

F.to: Avv. Guido Casalino – Presidente; Avv. Umberto Mancuso – Consigliere Segretario.

Per copia conforme

Nocera Inferiore, 3 aprile 2020

 

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO

(Avv. Umberto Mancuso)

Firma autografa a mezzo stampa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, comma 2 del Decreto Legislativo n. 39/1993